Comune di Tergu

Comunicazione del Sindaco - Riapertura delle attivitā inerenti i servizi alla persona

Pubblicata il 11/05/2020

Premesso che il Presidente della Giunta Regionale Sarda non ha comunicato la verifica quotidiana dell’indice di trasmissibilità Rt (R cont) uguale o inferiore a 0,5, tale mancata comunicazione non consente al Sindaco di assumere i provvedimenti conseguenti.
Preso atto che il Comune di Tergu è stato categorizzato come “NC”, il sottoscritto Sindaco del Comune di Tergu, raccomanda di seguire pedissequamente che quanto emanato dal Ministero della Salute, contiene le misure operative redatte secondo le linee guida condivise tra le Parti per agevolare l’adozione di protocolli di sicurezza anti-contagio, ovverosia Protocollo di regolamentazione per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus COVID 19 negli ambienti di lavoro. La prosecuzione delle attività lavorative può infatti avvenire solo in presenza di condizioni che assicurino alle persone che lavorano e dei soggetti terzi adeguati livelli di protezione. In aderenza all’ordinanza n.20 del 2 maggio 2020 emanata dal Presidente della Regione, suggerisce quanto segue:
a) L’accesso ai locali potrà avvenire solo previo appuntamento e direttamente per essere serviti, con esplicito divieto di sostarvi sia all’interno per qualsiasi altra ragione sia all’esterno in attesa di farvi ingresso;
b) Le postazioni di lavoro all’interno delle strutture potranno essere utilizzate esclusivamente in modo da garantire sempre una distanza di almeno due metri tra persone;
c) Dopo ogni singolo servizio, le postazioni, le superfici, le attrezzature e gli strumenti utilizzati dovranno essere accuratamente igienizzati con l’utilizzo di idonei prodotti sanitari. Per la protezione dei clienti, potranno essere utilizzati solo teli, camici o asciugamani monouso; d) Gli operatori ed i clienti all’interno delle strutture hanno l’obbligo di indossare adeguati dispositivi di protezione delle vie respiratorie (mascherine chirurgiche) e di guanti. Per l’effetto, resta vietata l’esecuzione di trattamenti che prevedano un contatto diretto con la bocca, le narici o a zona oculare e perioculare dei clienti, quali – a mero titolo esemplificativo e non esaustivo – il taglio e la regolazione di baffi e/o barba, la depilazione del contorno labiale, l’iniezione di filler per il soft-lifting naso-labiale, la sistemazione di ciglia e sopracciglia e simili;
e) Dopo ogni chiusura dell’esercizio e comunque prima della successiva riapertura, i locali devono essere adeguatamente sanificati con prodotti certificati.
La presente comunicazione, è formulata al fine di non creare ulteriore pregiudizio agli operatori e cittadini.
Si confida nella consueta collaborazione degli operatori e fruitori interessati. 
Il Sindaco
Gian Franco Satta